Avvertenze

Non sono alla ricerca di rendere visibile questo spazio. Non m'interessa e scrivo quindi di conseguenza.
Lo sai da subito.
Viaggio moltissimo e qui appunto, quando ho voglia, quello che mi fa riflettere e mi tiene occupato oltre al lavoro durante i tanti spostamenti: libri, musica, cibo, posti da vedere, fantasie e riflessioni in generale. Sono queste, per ora, le aree principali dei post.


domenica 8 febbraio 2009

ariCORDATEvelo




Si ricomincia: avanti e indietro con l'Inghilterra.

Il 2009 ha portato però, alcune novità: si vola con la nuova compagnia di bandiera.
A dire il vero al momento non si percepiscono grandi differenze.

Anzi.

Volo AZ202: Roma Londra. Aeromobile sporco e datato.

Siamo a bordo in attesa di lasciare l'area del parcheggio.
Arriva l'annuncio:

...siete pregati di allacciare le cinture, verificare la chiusura del tavolinetto posto davanti a voi. Il comandante informa, inoltre, che da questo momento è vietato l'uso di telefoni cellulari e di ogni apparecchio elettronico. Si prega di verificarne l'avvenuto spegnimento.

Gli altoparlanti gracchiano: rafforzata ancora di più la sensazione di vecchio. Altro che nuovo.

Metto in "modalità aereo" il mio cellulare e mi aggiusto sul sedile, in attesa di venire rapito nuovamente da Morfeo. Prontamente arriva: perdo i sensi per qualche minuto, fino a quanto un insistente e fastidioso bip bib
mi sveglia, incrementando in tutti la sensazione di abbandono della vecchia gloria dei cieli nazionale.

Non siamo partiti ancora, provo a riaddormentarmi, con il sottofondo del segnale acustico.
Non si capisce esattamente da dove venga. Ma è vicino. Siamo infastiditi e in poco tempo qualcuno anche un po’ preoccupato. Io voglio dormire e mi disinteresso della cosa.

Qualcuno chiama la hostess. Arriva subito e sente immediatamente, ma non capisce. Avvisa il capitano all'interfono. Dalla cabina sembra tutto a posto, ma è meglio ritardare la partenza di dieci minuti. Avvisata la torre di controllo: abbiamo rinunciato allo slot a causa del fastidioso bip bip
.

A questo punto, il supereroe che è in tutti noi si attiva in modo particolare nel mio vicino: da come si muove vuole essere lui a risolvere l’enigma del volo AZ202, che ormai impegna l’equipaggio e molti passeggeri.

Io invece sto tornando lentamente in letargo, anche se infastidito ora non solo dal suono, ma anche dai continui movimenti del neosegugio che mi siede accanto: è sempre più agitato e sempre più vicino a me.

Non ha dubbi, il suono viene proprio dalla fila 12. È la mia fila: sono al 12F. Ora la sua testa è attaccata alla tasca portaoggetti del mio posto: ce l’ho praticamente in braccio, ma non c’è nulla da fare. Non ha remore.
Avete mai provato a frenare l’eccitazione di un bracco alle prese con la sua preda? Lui ora è così, ha fiutato e non vuole farsi sfuggire il suo obiettivo sonoro.
Finalmente ha capito, non alza la coda, ma mi guarda e....:

"la prossima vorta ARICORDATE de spegnelo er telefono".

Che figura!
Il mio telefono in modalità aereo ha ancora i toni dei tasti attivi: attenti a non schiacciarli.

ariCORDATEvelo.

M.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

yoo... good style )

mauro bartoletti ha detto...

@anonimo: thanks!

Related Posts with Thumbnails